Vai al contenuto

Posts contrassegnato dai tag ‘Notizie’

Come scuotere via lo stress imparando dalle gazzelle.

“Sullo sfondo del mio computer c’è una foto con delle gazzelle, sono diventate il mio modello di comportamento”, scrive Arianna Huffington, fondatrice di questo giornale, editrice e scrittrice di origine greca, nel suo ultimo libro Cambiare Passo. “Corrono e fuggono di fronte a una minaccia (come un leopardo o un leone che si avvicina), ma appena il pericolo è scampato si fermano e ritornano a brucare l’erba pacificamente senza preoccuparsi di niente al mondo. Gli esseri umani non riescono a distinguere tra pericoli reali e immaginari. Come spiega Mark Williams, il segnale d’allarme si attiva nel cervello non solo per un timore presente, ma anche a causa di minacce passate e preoccupazioni future. Quindi quando gli esseri umani pensano a pericoli e perdite, anche nella situazione presente, il sistema di fuga nel corpo non si disattiva una volta passato il rischio. Al contrario delle gazzelle, noi non smettiamo di correre”.

E se provassimo la tecnica della gazzella per un giorno?

Leggi il resto dell’articolo su L’Huffington Post

IKN

 

Annunci

Now, consigli pratici per far volare la nostra mente. Si inizia dall’olfatto…

“Questo pianeta ha –– o piuttosto aveva –– un problema, che era questo: la maggior parte della gente che ci vive era scontenta per la maggior parte del tempo. Furono suggerite molte soluzioni per questo problema, ma gran parte di esse erano basate sui movimenti di piccoli pezzi verdi di carta, il che è bizzarro, dato che, tutto considerato, non erano i piccoli pezzi verdi di carta ad essere scontenti”. Sono queste le parole usate dallo scrittore fantascientifico Douglas Adams per descrivere la ricerca di felicità nel desiderio di un cambiamento esterno legato al denaro. L’autore della mitica Guida galattica per autostoppisti ci ricorda come a volte correre come criceti in una ruota non aiuta ad avere la lucidità necessaria per risolvere i nostri problemi. E soprattutto che il vero cambiamento parte da noi e dalla visione che abbiamo delle nostre giornate.

Ecco i consigli di Now per una piccola pausa rigenerante e ritrovare chiarezza fisica e mentale. Mandateci i vostri a now@huffingtonpost.it

Panther Chameleon

Riflessologia plantare, sciogliere le emozioni a partire dai piedi

“Il passato è solo una storia che ci raccontiamo”, spiega la suadente voce di Scarlett Johansson, nel film di Spike Jonze Lei (Her, da apprezzare in lingua originale se possibile). L’attrice interpreta un futuristico sistema operativo che s’innamora di un uomo in carne e ossa. A un certo punto lui l’accusa di non poter capire le sue emozioni, non avendo un campionario di esperienze trascorse. Scarlett/sistema operativo si ribella all’insinuazione vantando una maggiore capacità di apprezzare quello che “realmente” succede, rispetto agli esseri umani ossessionati dai propri pensieri sul passato.

Quale vissuto occupa in maniera ingombrante il nostro tempo presente come una romanzata cronistoria che la mente non smette di raccontarci?

Leggi i consigli di Now su L’Huffington Post

Red Carpet del film "Her" - Roma Film Festival

Anche nella posizione più scomoda puoi trovare la libertà

 

“Non sono malata. Sono rotta. Ma sono felice, fintanto che potrò dipingere”. Così diceva Frida Kahlo, l’affascinante pittrice messicana diventata il simbolo dell’avanguardia artistica e dell’esuberanza della cultura messicana del Novecento. Ad appena 18 anni, Frida fu vittima di un incidente stradale che le provocò danni gravissimi: fu costretta a letto per moltissimo tempo e il dolore non l’abbandonò mai. Ciononostante, era felice perché poteva dipingere, poteva tradurre in forme e colori il suo sterminato mondo interiore. Questa puntata di Now, la nostra rubrica dedicata all’arte quotidiana della consapevolezza e della felicità, è ispirata a lei.

Leggi i tre consigli di felicità quotidiana su L’Huffington Post

Frida-Kahlo-006

Un giorno intero senza spettegolare. Siete capaci?

Atha yogânuåâsanam, now the discipline of yoga, ora la disciplina dello yoga. Inizia così il più significativo testo scientifico e pratico sullo yoga, scritto da Patanjali circa duemila anni fa. Si compone di 196 aforismi che spiegano in definitiva come governare la mente e i pensieri per imparare a praticare l’arte del presente: la capacità di apprezzare il momento preciso in cui si vive, senza farsi distrarre da aspettative future o malinconie passate. Now, appunto. Niente filosofia o religione, quello di Patanjali è un manuale pratico, rigoroso, dettagliato e quanto mai attuale. Un testo tenere sotto mano e consultare al momento del bisogno. Chi vuole partecipare con noi al presente può condividere i suoi segreti di contemporaneità scrivendo a now@huffingtonpost.it

Leggi le pillole di Now su L’Huffington Post

n-SILENZIO-large5701

Tre consigli di Now per iniziare bene il 2014

Smartphone quanto basta, respiro Kapalabhati e un tocco d’ironia. Scrivi a now@huffingtonpost.it

Il momento per regalarsi una dose di salute fisica, mentale ed emotiva è adesso. Un po’ perché inizia un nuovo anno, certo. Ma soprattutto perché non esiste un buon motivo per aspettare, rimandare o farsi trascinare dal senso di pigrizia o peggio dal pensiero che le cose non possano avere un risvolto positivo. Now è una rubrica fatta da voi e per voi, uno spazio aperto per coltivare mindfulness, ossia la capacità di vivere in maniera consapevole il presente. E per farlo è necessario esercitare fermezza interiore, capacità di concentrazione e saper lasciare andare il dubbio di non potercela fare.

Leggi i tre consigli su L’Huffington Post

n-2014-large570

 

Mai pensato di meditare con il cioccolato? Ecco come si fa

Beatitudine pendolare, respirazione alternata e cioccolato. Tre nuove pillole di Now per rendersi felici e contagiare gli altri.

Grazie cari amici. Grazie per la fiducia nel presente e grazie per le vostre pillole di salute esistenziale. Grazie per credere in un contagio positivo e nell’impegno nel condividere il presente. La vostra voce, i ‘vostri Now’ sono arrivati forti e chiari. Li ascoltiamo e li riproponiamo ai lettori in questa rubrica post natalizia, così come nelle prossime puntate.

Leggi l’articolo su L’Huffington Post

n-BREATH-large570