Vai al contenuto

Posts contrassegnato dai tag ‘alimentazione’

Cibo biologico, più antiossidanti e meno metalli pesanti tossici. Uno studio dà ragione ai fan del bio. I consigli di #Now

La differenza c’è e si vede. O meglio si sente, e forse si “vive”. È l’ultimo affondo a favore del biologico nella dichiarata guerra tra tipi di agricoltura e allevamento. I dati a supporto delle coltivazioni pulite sono stati raccolti da un team internazionale di esperti guidati dalla Newcastle University, nel Regno Unito, che ha condotto il più recente e comprensivo studio in tema di coltura biologica. La ricerca ha analizzato 343 studi sulle differenze in composizione tra alimenti biologici e convenzionali, dimostrando che i primi contengono concentrazioni fino al 60% più alte di antiossidanti rispetto alle altre colture. Non solo: le colture bio presentano livelli significativamente più bassi di metalli pesanti tossici, come il cadmio, che è uno dei tre contaminanti metallici, assieme al piombo e al mercurio, per i quali la Commissione europea ha fissato i livelli massimi ammissibili di contaminazione. Questo elemento è presente quasi il 50% in meno nelle colture biologiche rispetto a quelle convenzionali.

“Questo studio dimostra che la scelta di alimenti prodotti secondo norme di coltivazione biologica può portare a una maggiore assunzione di antiossidanti, desiderabili nella nostra alimentazione, così come a una ridotta esposizione a metalli pesanti tossici”, afferma Carlo Leifert che ha coordinato lo studio pubblicato lo scorso 15 luglio sul British Journal of Nutrition.

felice

I risultati contraddicono sia quelli pubblicati nel 2009 dalla Food Standards Agency (FSA) nel Regno Unito, che i più recenti del 2012 pubblicati sull’Annals of internal medicine, che dichiarano la non esistenza di differenze sostanziali o significativi benefici nutrizionali nel consumare alimenti biologici. Gli antagonisti del bio affermano che il contenuto dei pesticidi presenti nel cibo tradizionale è comunque al di sotto degli standard indicati per la salute umana e non sono stati dimostrati vantaggi sostanziali per la salute nel consumo di alimenti coltivati con metodi puliti. Quest’ultima ricerca evidenzia invece che non solo le concentrazioni di antiossidanti come polifenoli sono più alte del 18-69% nel biologico, ma numerosi studi collegano gli antiossidanti a un ridotto rischio di malattie cardiovascolari, neurodegenerative e alcuni tumori.

Leggi i 3 consigli #Now su Huffington Post

Annunci

Sette porzioni di frutta e verdura al dì. Uno studio inglese svela la formula dell’alimentazione perfetta

Cinque porzioni al giorno di frutta e verdura non sono abbastanza, afferma un recente studio pubblicato in Inghilterra sul Journal of Epidemiology and Community Health. La correlazione inversa tra rischio di malattie mortali e vegetali ingeriti ogni giorno corrisponde alla quantità ideale di sette porzioni, scrivono gli scienziati dell’University College di Londra.

Secondo la ricerca, un alto consumo di frutta e verdura risulta in un rischio inferiore del 42% di morte in senso generico, del 25% in meno a causa di cancro e del 31% per infarto o malattie cardiache, escludendo i decessi avvenuti durante il primo anno di monitoraggio. L’indagine, condotta in Inghilterra dal 2001 al 2008, ha coinvolto oltre 65mila persone al di sopra dei 35 anni.

Sette porzioni al giorno non è una dose eccessiva, se si considera che un’insalatona corrisponde a tre porzioni e sei asparagi costituiscono un’altra unità. Basta organizzarsi e suddividere l’ammontare tra colazione, pranzo e cena. Naturalmente le patatine fritte non contano.

Leggi i tre consigli di NOW su L’Huffington Post

Celery and green apple thinly chopped salad

Salute e Counseling gratuito a Roma

DAL 24 AL 30 SETTEMBRE 2012 – LA SETTIMANA DELLA SALUTE E DELL’INFORMAZIONE.

UN APPUNTAMENTO GRATUITO A ROMA TRA ORIENTAMENTO PSICOLOGICO, FORMAZIONE, EDUCAZIONE ALIMENTARE, CINEMA E TECNICHE ORIENTALI DI CONSAPEVOLEZZA E BENESSERE.

 Una settimana per conoscersi meglio e orientarsi tra le diverse figure, servizi e pratiche di sostegno alla persona, mirate a integrare corpo, psiche, benessere e sentire spirituale. Un’occasione per migliorare la preparazione di psicologi e operatori della salute e nel campo dell’evoluzione personale e approfondire nuove tecniche. Il Centro Linfa di Roma, Via Astura 2 – Fermata metro Re di Roma – organizza dal 24 al 30 settembre La Settimana della Salute e dell’Informazione, dove al costo di una tessera di adesione di 10 euro, è possibile partecipare a incontri conoscitivi, di formazione, di consulenza nutrizionale e sessuologica, trattamenti Shiatsu, colloqui di orientamento al benessere, educazione alimentare, relazione di coppia, femminilità over 50, Hata Yoga, Tai Chi Chuan e molto altro. Ogni giorno, appuntamenti in compagnia di professionisti in psicologia, psicoterapia, alimentazione e tecniche orientali per ritrovare l’integrazione personale tra corpo, mente e sentire. L’obiettivo è quello di sperimentare personalmente e, quindi, trovare la strada che più si addice al proprio essere per affrontare e imparare a fluire attraverso i momenti di blocco emotivo ed esistenziale che a volte caratterizzano la vita di tutti noi.

Continua a leggere

Sapori e visioni

Una serata di degustazione macrobiotica mediterranea, seguita da un film brasiliano poetico e surreale sul risveglio dell’anima. Sabato 26 maggio alle ore 20 a Formello presso il Centro tra  Terra e Cielo, la chef Holly Vernon conduce un viaggio attraverso il gusto naturale di cereali, legumi, verdure e sapori rivitalizzanti della nostra tradizione.

Continua a leggere

Sapori sonori

Finalmente l’evento che aspettavamo!  Musica, cibo bio di qualità e divertimento a Testaccio. Sabato 28 aprile dalle 20.30 presso la Biosteria (Città dell’Altra Economia, ex mattatoio), Largo Dino Frisullo – Roma.

Lasagne di verdure, quinoa con arachidi e prezzemolo, fagioli neri piccantini, spezzatino di seitan con carote, zenzero e scorza di limone, sformato di lenticchie rosse al coriandolo. Queste (e tante altre) saranno le delizie preparate per noi dalle chef di cucina naturale Holly Vernon e Federica Porfiri (Nutrizia), con i prodotti biologici provenienti dall’azienda Agricoltura Sociale Capodarco.

 Attenzione, la prenotazione è obbligatoria tel 333 4187870

Continua a leggere