Vai al contenuto

Archivio per

SUP Yoga, quando l’oceano diventa il tappetino

Il sogno di Sarah Tiefenthaler era trasformare l’intero oceano in un tappetino da yoga. Un desiderio avverato per la bionda californiana, che ha portato 5.000 anni di pratica tradizionale su una tavola da surf con il suo progetto Yogaqua. Posizioni, sequenze e tecniche di respiro si possono esercitare oggi sullo Stand up paddle, o SUP per essere precisi, la tavolona che si guida remando in piedi come gondolieri moderni in una barca senza parapetto.

Leggi l’articolo su Huffington Post

Annunci

Vorrei averlo fatto… I cinque desideri prima dell’addio

Vorrei averlo fatto. Quali sono i cinque principali rimpianti quando ci si avvicina al momento del grande salto nell’aldilà? Li ha raccontati in un blog Bronnie Ware, un’infermiera australiana che per molti anni ha lavorato in un reparto cure palliative per anziani e malati terminali. Il suo articolo ha raccolto in poco tempo più di tre milioni di fan e i desideri mancati di persone sconosciute, giunte al termine del proprio viaggio, sono diventate fonte d’ispirazione nel best seller in seguito scritto e tradotto in 27 lingue: “Vorrei averlo fatto. I cinque rimpianti più grandi”.

Leggi l’articolo su Huffington Post

Camminare a piedi nudi: tutti i benefici dell’earthing

Camminare senza scarpe salverà la nostra salute? Secondo un nuovo esercito di passeggiatori a piedi nudi, sostenuto da medici e scienziati con relativi studi, è proprio così. La scoperta è simile all’acqua calda, tanto semplice da rasentare il banale: chi non si sente bene dopo aver camminato sul bagnasciuga di una spiaggia o sull’erba fresca di rugiada? Il cosiddetto grounding, la pratica di radicamento a terra attraverso i piedi, è ben conosciuta nello yoga così come in altre discipline orientali quali il T’ai chi ch’uan e Qì Gōng. Ma recenti studi portati avanti da scienziati statunitensi come Gaetan Chevalier, James Oschman, Stephen Sinatra e Martin Zucker hanno portato questa piacevole sensazione a tutto un altro livello.

Leggi l’articolo su Huffington Post